braccialetto intelligente

Dal 4 Maggio ha avuto ufficialmente inizio la Fase 2 della pandemia da SARS-CoV-2. Per cui vi è stata una graduale ripresa delle attività, delle nostre abitudini che per più di due mesi abbiamo dovuto abbandonare. Ovviamente bisogna sempre rispettare tutte le misure precauzionali per cercare di limitare la diffusione del virus ed evitare di vanificare gli sforzi compiuti sinora. Ma tranquilli, ad aiutarci ad affrontare la Fase 2 potrebbe essere un braccialetto intelligente sviluppato da ricercatori italiani.

iFeel-You” è il nome dato al nuovo prototipo di braccialetto intelligente realizzato da un team di scienziati dell’Iit di Genova coordinato da Daniele Pucci. Si tratta di un braccialetto in grado di misurare la distanza di sicurezza e la temperatura corporea. Insomma, un valido alleato da poter utilizzare durante la Fase 2 della pandemia. Per poter fare tutto ciò, iFeel-You utilizza una serie di algoritmi e tecnologie ideate per creare la tuta sensorizzata An.Dy. quest’ultima riesce a registrare e misurare sia la postura del corpo anche durante i movimenti rapidi che gli sforzi compiuti durante l’attività lavorativa. Per segnalarci che ci stiamo avvicinando troppo ad un’altra persona, il braccialetto intelligente emetterà un segnale radio di allerta utilizzando un protocollo di comunicazione sviluppato dai ricercatori dell’Iit. Questo protocollo di comunicazione è perfettamente compatibile con lo standard Bluetooth.

iFeel-You potrà essere utilizzato in luoghi chiusi ma anche all’aperto soprattutto in situazioni in cui mantenere la distanza di sicurezza diventa difficile. Inoltre, il dispositivo Iit ha anche la capacità di memorizzare l’identificativo del dispositivo vicino permettendo di ricostruire, se necessario, i contatti di una persona risultata positiva al virus. Un’innovazione tecnologica che sicuramente potrebbe aiutarci a riprendere le nostre abitudini continuando, però, a rispettare sempre le misure di contenimento.