Atlas

La come Atlas è, o meglio, era una cometa con un’orbita quasi parabolica scoperta il 29 Dicembre 2019. Avrebbe dovuto raggiungere il punto più vicino alla Terra il 23 Maggio e quello vicino al Sole il 31 Maggio. Ma la sua corsa, è finita prima di quanto si pensava. Infatti, qualche giorno fa la cometa Atlas è andata letteralmente in frantumi.

Ad osservare la cometa Atlas che andava in frantumi è stato il telescopio spaziale Hubble il quale ha fotografato i frammenti generatisi dalla frantumazione del corpo celeste. Nello specifico, Hubble ha individuato circa 30 frammenti del nucleo della cometa avvolti nella sua coda di polvere. Tali frammenti, apparivano come luci che si accendevano ad intermittenza come possiamo osservare nell’immagine che segue.

Atlas

Queste immagini, scattate tra il 20 ed il 23 Aprile, hanno immortalato i frammenti della cometa Atlas. Il corpo celeste non aveva ancora raggiunto il perigeo e si trovava ancora a 146 milioni di chilometri dalla Terra. Queste straordinarie immagini potranno aiutare gli scienziati a capire perché la cometa è andata in frantumi anche se alcuni astronomi hanno già formulato delle ipotesi. Ad esempio, alcuni studiosi sostengono che l’azione di getti di gas durante l’avvicinamento al Sole avrebbe favorito la rottura del nucleo della cometa, ma nulla è ancora chiaro al riguardo.

David Jewitt dell’Università della California a Los Angeles (Ucla), ha affermato:

«L’aspetto dei frammenti cambia sostanzialmente tra il 20 ed il 23 Aprile e non so se questo succede perché i singoli frammenti si accendono e si spengono mentre riflettono la luce del Sole, comportandosi come luci intermittenti o perché frammenti diversi compaiono in giorni diversi».