scoperto

In tutto il mondo gli scienziati sono al lavoro alla ricerca di una soluzione per bloccare l’infezione da SARS-CoV-2, il nuovo coronavirus responsabile dell’attuale pandemia. Sembrerebbe però di essere vicini alla risoluzione del problema grazie ad un team di scienziati che ha scoperto anticorpi in grado di neutralizzare il virus.

A dimostrarlo è uno studio condotto da ricercatori dell’Università di Utrecht, dal Centro Medico Erasmus e dall’Harbour BioMed (HBM) e pubblicato sulla prestigiosa rivista Nature Communications. Il lavoro dei ricercatori, nello specifico, si è basato sul lavoro svolto in passato sugli anticorpi destinati alla SARS-CoV emersa nel 2002-2003.

Proprio impiegando questi stessi anticorpi gli scienziati hanno individuato un anticorpo in grado di neutralizzare anche l’infezione del nuovo coronavirus nelle cellule in coltura. In particolare, questo anticorpo completamente umano ha la capacità di alterare il decorso dell’infezione da SARS-CoV-2 nell’ospite infetto. In più, questo stesso anticorpo permette di proteggere un individuo non infetto esposto al virus. Ciò che i ricercatori hanno scoperto è davvero sensazionale perché ci troviamo di fronte ad un anticorpo capace di neutralizzare due virus diversi e che pertanto, potrebbe rivelarsi utile anche per future pandemie. Ciò potrebbe rivelarsi possibile grazie alla tecnologia transgenica che i ricercatori dell’Harbor BioMed hanno utilizzato per creare questo anticorpo in laboratorio.

Un anticorpo, come già detto, completamente umano. Il che vuol dire che potrebbe essere eventualmente utilizzato per un più rapido sviluppo di farmaci caratterizzati da effetti collaterali potenzialmente ridotti. Questa scoperta infonde in tutti noi un barlume di speranza che presto si riesca a trovare una cura per sconfiggere finalmente questo nemico invisibile che ha messo in ginocchio il mondo intero.