truffa postepayÈ ancora molto diffusa la truffa a gli utenti Postepay che rischia di svuotarne i conti. Il mondo di internet è pieno di pericoli che mettono a rischio i risparmi dei possessori di conti correnti e carte Postepay. Tra i rischi più diffusi è sicuramente da tenere presente la truffa conosciuta come phishing.

Il phishing è una pratica illegale che consiste nel mandare una mail che ricalca in tutto e per tutto l’estetica e i contenuti di una comunicazione ufficiale; spesso il contenuto fa riferimento a pagamenti arretrati o bonus da riscuotere al fine di sottrarre i dati personali. Oltre al phishing sono abbastanza diffuse altre due pratiche; lo smishing che viene effettuato attraverso dei falsi SMS e il vishing, perpetrato attraverso le normali chiamate. Capita sempre più spesso che la truffa venga tentata anche attraverso i social network attraverso l’uso di account che si spacciano per personale autorizzato.

Phishing a Postepay: semplici precauzioni per evitare la truffa

 

Lo svolgimento della truffa è in realtà abbastanza semplice, l’utente riceve una mail che contiene un link per accedere alla finta pagina creata al solo scopo di ricalcare il sito ufficiale di Poste Italiane; qui viene richiesto l’inserimento dei dati personali; una volta ottenuti sarà possibile al malvivente di turno ripulire il conto corrente del malcapitato.

Per prevenire questo genere di truffa bastano alcune semplici precauzioni da attuare. La prima cosa da ricordare è che nessun gestore chiede mai dati personali dei propri clienti via mail; evitare sempre di accedere a link ricevuti con mail di dubbia provenienza e controllare sempre il mittente del messaggio di posta elettronica.