interleuchina-4

Le interleuchine sono proteine secrete da cellule del sistema immunitario e, in alcuni casi, anche da cellule endoteliali ed epiteliali. Alcune interleuchine esercitano un’attività anti-infiammatoria mentre altre svolgono un’attività marcatamente pro-infiammatoria. Nello specifico, l’interleuchina-4, una proteina immunostimolante, sembrerebbe un nuovo fattore collegato all’insorgenza della degenerazione maculare legata all’età (AMD).

A dimostrarlo è uno studio pubblicato su eLife che riporta la firma di un team di ricercatori dell’Università Tottori in Giappone. Gli scienziati, coordinati da Takashi Baba, hanno scoperto che l’interleuchina-4 è coinvolta nell’insorgenza della AMD. Ciò, apre la strada allo sviluppo di nuovi trattamenti terapeutici per questa patologia. La degenerazione maculare legata all’età si manifesta con un’eccessiva crescita dei vasi sanguigni nella zona centrale della retina che può danneggiare i fotorecettori conducendo a progressiva perdita della capacità visiva. Per il loro studio, i ricercatori hanno confrontato i livelli di interleuchina-4 negli occhi di 234 pazienti con AMD con quelli presenti negli occhi di 104 persone sottoposte a chirurgia per rimozione della cataratta. Dai risultati ottenuti gli scienziati hanno scoperto che i pazienti con AMD mostravano livelli significativamente più alti di interleuchina-4 rispetto alle persone dell’altro gruppo.

Inoltre, i ricercatori hanno in seguito effettuato degli esperimenti sui topi. Con questi esperimenti, hanno compreso che l’interleuchina-4 è alla base dell’anomala crescita dei vasi sanguigni che si evidenzia nei pazienti con AMD. Dunque, considerato il ruolo di primo piano che l’interleuchina-4 gioca nella promozione dell’AMD, sicuramente, insieme anche al suo recettore, rappresenta un target che può condurre allo sviluppo di nuovi farmaci per trattare questa patologia.