ridare impulso

I robot ormai hanno trovato applicazioni praticamente in tutti i settori, dalla medicina sino all’agricoltura. Sembrerebbe però che un altro impiego utile per gli androidi potrebbe essere quello nel settore alberghiero dove lavorerebbero come personale di servizio. Il tutto per ridare impulso ad un settore che ha risentito e risente ancora della crisi economica oggi aggravata anche dall’attuale pandemia in corso.

A dimostrare questa ulteriore applicazione dei robot è uno studio pubblicato sull’International Journal of Contemporary Hospitality Management. Lo studio in questione riporta la firma di un team di ricercatori della School of Hospitality and Tourism Management dell’Università del Surrey. Gli scienziati hanno dimostrato come gli androidi potrebbero fornire un contributo significativo per ridare impulso al settore alberghiero. Quest’ultimo, a causa della crisi e della pandemia, ha messo sul lastrico molti esponenti del settore. I robot verrebbero utilizzati come personale di servizio e potrebbero aumentare di molto l’efficienza e la produttività delle attività alberghiere. Il tutto a vantaggio dei clienti che potrebbero anche essere più propensi a prenotare le camere e a fare uso di attività che implicano anche minor contatto umano. Quest’ultimo aspetto, considerata la pandemia da SARS-CoV-2 in atto, non è da sottovalutare.

Per il loro studio i ricercatori hanno intervistato 19 esperti delle risorse umane nel settore alberghiero circa le sfide e le tendenze che i gestori degli hotel proporranno nel corso dei prossimi 10 anni. Dai risultati ottenuti, è emerso che l’utilizzo dei robot rappresenterebbe un cambiamento troppo profondo nella struttura organizzativa degli hotel. Ma considerata la critica situazione in cui versa il settore, bisognerà essere favorevoli al cambiamento cercando di instaurare un equilibrio tra l’utilizzo dei robot di servizio e quello dei dipendenti umani. Solo così si potrà ridare impulso ad un settore che sta attraversando un momento particolarmente difficile.