Ormai sappiamo quasi tutto sui prossimi iPhone 12 che il colosso californiano Apple probabilmente presenterà nel mese di settembre 2020, ritardi causa coronavirus a parte.

A causa dell’emergenza sanitaria infatti, continuano a rincorrersi le indiscrezioni su un probabile rinvio del colosso, con le ultime voci che parlano di un lancio pianificato per novembre. Scopriamo insieme gli ultimi dettagli.

 

Apple inizierà la produzione di iPhone 12 a luglio 2020

Secondo l’ultimo report di DigiTimes, la macchina produttiva di iPhone 12 si attiverà presto: forse già a luglio, almeno per quanto riguarda iPhone 12 Max e iPhone 12 Pro, ovvero i modelli da 6.1 pollici. Vi ricordo, prima di proseguire, che verranno presentati ben quattro dispositivi: iPhone 12 sarà il più compatto, con un display da 5,4 pollici, mentre iPhone 12 Max ne monterà come detto uno da 6,1 pollici. E poi ci sono iPhone 12 Pro (6,1 pollici) e Pro Max (6,7 pollici), che rispetto alle versioni base avranno anche un comparto fotografico più ricco, con una fotocamera in più (per un totale di tre) e un sensore LiDAR come quello visto sui nuovi iPad Pro.

La produzione di iPhone 12 Max e 12 Pro sarà la prima a partire, come anticipato da Ross Young e successivamente confermato da DigiTimes in un recente report. Tutti e quattro i modelli monteranno un display OLED, ma se iPhone 12 e 12 Pro Max dovrebbero essere equipaggiati con display Samsung, su iPhone 12 Max e 12 Pro dovremmo trovare invece schermi forniti da BOE/LG.

La differenza tra queste due soluzioni sta nel fatto che quella Samsung offre la tecnologia Y-OCTA Touch, e cioè i sensori touch sono integrati nello stesso pannello OLED, mentre quella di BOE/LG richiede un layer addizionale. Proprio per questa ragione Apple sarebbe pronta a cominciare la produzione di iPhone 12 Max e iPhone 12 Pro in anticipo rispetto agli altri modelli, perché richiedono un passaggio in più.