combinazione

Per contrastare l’infezione da SARS-CoV-2, il virus responsabile dell’attuale pandemia, gli scienziati stanno testando farmaci già in uso o ne stanno sviluppando di nuovi. Sembrerebbe però che la combinazione di tre specifici farmaci, già testati, sia efficace nel ridurre e nel contrastare l’infezione da SARs-CoV-2 responsabile della COVID-19.

A dimostrarlo è uno studio pubblicato sulla prestigiosa rivista The Lancet frutto delle ricerche di un team di scienziati dell’Università di Hong Kong. Nello specifico, sarebbe la combinazione dei tre farmaci lopinavir, ritonavir e ribavirina a sortire questo effetto benefico sull’infezione dal nuovo coronavirus. Questa combinazione dei tre farmaci andrebbe assunta entro sette giorni dalla comparsa dei sintomi. L’effetto benefico risultante, secondo gli scienziati, sarebbe superiore a quello derivante dall’assunzione della sola combinazione lopinavir-ritonavir. Inoltre, questa tripla combinazione sarebbe efficace nei pazienti con COVID-19 con gravità da lieve a moderata secondo quanto riportato dai risultati di uno studio clinico randomizzato di fase 2.

I ricercatori giapponesi hanno analizzato 127 soggetti adulti COVID-19 positivi provenienti da sei ospedali pubblici di Hong Kong. Gli scienziati hanno notato che la tripla combinazione di farmaci riduceva considerevolmente la carica virale. Addirittura, il virus non era più rilevabile dopo sette giorni. Lo studio, ovviamente, ha previsto anche il confronto con i dati provenienti da un gruppo di pazienti che ha funto da gruppo di controllo e che assumevano solo la combinazione lopinavir-ritonavir. I ricercatori per il loro studio hanno preso in considerazione solo casi di lieve gravità di COVID-19. Pertanto, gli stessi scienziati premettono che dovranno essere condotti altri esperimenti per verificare il livello di sicurezza ed efficacia di questo triplo trattamento farmacologico anche nei pazienti più critici.