via di ingresso

SARS-CoV-2, il virus responsabile dell’attuale pandemia in corso, sappiamo che penetra nel corpo umano utilizzando le vie aeree. Però, queste ultime non rappresentano l’unica via utilizzata dal virus per entrare nell’organismo umano. Infatti, alcuni ricercatori hanno trovato un’altra via di ingresso negli occhi.

A dimostrarlo è uno studio pubblicato sul sito bioRxiv che ospita i lavori scientifici in attesa del vaglio della comunità scientifica. Lo studio in questione, è il frutto delle ricerche condotte da un team di ricercatori dell’Università di Singapore guidato da Yuin-Han Loh.

Nello specifico gli scienziati hanno individuato un’altra via che SARS-CoV-2 utilizza per entrare nell’organismo umano: gli occhi. In particolare, negli occhi il virus utilizza cellule della cornea e della congiuntiva che presentano un’alta concentrazione di recettore Ace2. Quest’ultimo, come già chiarito tante volte, rappresenta la chiave attraverso cui questo nemico invisibile accede alle nostre cellule. I ricercatori hanno individuato questa ulteriore via di ingresso del virus dopo aver esaminato 33 tipi di cellule dell’occhio umano. Dopo le loro analisi, gli scienziati hanno concluso che SARS-CoV-2 è in grado di entrare nell’organismo umano attraverso il contatto, diretto o indiretto, con le mucose dell’occhio e riesce ad infettare le cellule della congiuntiva.

Il virologo Carlo Perno, a proposito della straordinaria scoperta effettuata dai ricercatori asiatici, ha dichiarato:

«Il fatto è che tutto ciò che sta nella congiuntiva può raggiungere velocemente il naso e viceversa per la vicinanza fisiologica tra naso e occhio. Dunque, vanno protetti anche gli occhi, con occhiali o visiere, soprattutto quando si è contesti in cui c’è il rischio di schizzi».

Pertanto, capiamo bene come i comportamenti di protezione individuali sono fondamentali per evitare il contagio da SARS-CoV-2.