scoprire

I coaguli di sangue si formano nel momento in cui le piastrine iniziano a raggrupparsi. Ciò, può rappresentare qualcosa di benefico se garantisce, ad esempio, il blocco del sanguinamento di una ferita a seguito di un taglio. In atri casi, però, come dopo un infarto o un ictus, questa reazione può rappresentare una situazione di pericolo poiché il coagulo formatosi potrebbe ostruire un vaso bloccando la perfusione. Scoprire la causa che conduce alla formazione dei coaguli potrebbe essere di grande supporto per medici ed esperti.

A tal riguardo, ricercatori dell’Università di Tokyo, hanno sviluppato un sistema di intelligenza artificiale che possa riconoscere e scoprire la causa dei coaguli di sangue nel corpo umano. La loro ricerca è stata poi pubblicata sulle pagine della rivista scientifica eLife. Si tratta di un programma per computer basato sull’apprendimento automatico. L’algoritmo di intelligenza artificiale aiuta a diagnosticare la causa di un coagulo di sangue accelerando eventuali trattamenti, ad esempio, con farmaci anti-coagulanti.

Per poter scoprire la causa della formazione dei coaguli, i ricercatori giapponesi hanno “addestrato” il loro sistema di AI. Per l’addestramento hanno prelevato campioni di sangue di una persona sana e li hanno esposti a diversi agenti che innescano la cascata coagulativa. Successivamente gli scienziati hanno catturato migliaia di immagini di diversi tipi di coagulazione attraverso una tecnica chiamata citometria a flusso di imaging ad alta produttività. Grazie a tali immagini i ricercatori hanno addestrato l’algoritmo testandolo poi su 25.000 immagini di coaguli di sangue che non aveva mai visto prima. La cosa sorprendente è che il sistema di AI riusciva ad identificare le diverse tipologie di coaguli.

Proprio per tale ragione, gli scienziati giapponesi hanno assegnato al sistema di AI il nome di “classificatore di aggregati piastrinici intelligenti” (iPAC).