falene

Le falene sono tra gli insetti più misteriosi ed enigmatici che si possono annoverare nel regno animale. Nell’aspetto ricordano le farfalle ma, in realtà, esse hanno abitudini, comportamenti e caratteristiche del tutto diversi. Le falene, infatti, a differenza delle farfalle, sono animali notturni e la loro attività di impollinatrici notturne è importantissima tanto quanto quella svolta delle api.

A dimostrarlo è uno studio su Biology Letters condotto da un team di ricercatori del Dipartimento di Geografia dell’University College di Londra. Secondo quanto accertato dagli scienziati, le falene sono in grado di trasportare il polline da un numero maggiore di piante verso altre. Inoltre, si dedicano a questa attività anche nei confronti di piante che solitamente non sono visitate da impollinatori come, ad esempio, le api o le farfalle. Durante la loro attività, le falene trasportano il polline non sulla proboscide ma soprattutto sul torace il che rappresenta un meccanismo di raccolta molto più efficiente. Il ruolo ecologico delle falene, è davvero di fondamentale importanza, molto più di quanto si pensava in precedenza. Infatti, questi insetti volanti rappresentano un sostegno notevole per la biodiversità tanto che molte specie sia animali che vegetali, soffrirebbero senza la loro attività.

A ciò i ricercatori sono giunti analizzando le attività notturne delle falene nei pressi di nove corpi d’acqua situati intorno all’area di Norfolk (Inghilterra). In totale, hanno seguito 838 falene e hanno scoperto almeno sette specie diverse di piante frequentate dalle impollinatrici notturne. Lo studio in questione è davvero importante poiché diverse ricerche precedenti hanno dimostrato che le falene stanno diminuendo in tutto il mondo. Ciò, ovviamente, è molto preoccupante. Proprio per questo bisognerebbe porre maggiore attenzione su questi insetti volanti il cui ruolo di impollinatori è importante probabilmente al pari di quello delle stesse api.