L’operatore francese Iliad ha recentemente ottenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico l’autorizzazione per diventare operatore di rete fissa. Questo ci fa pensare che il debutto della Rete Fissa è sempre più vicino.

Questo non è altro che un nuovo tassello che va ad unirsi ad un puzzle sempre più definito, soprattutto nell’ultimo periodo. Scopriamo insieme tutti i dettagli del caso.

 

Iliad: la Rete Fissa è sempre più vicina

Dopo le ammissioni dello stesso Benedetto Levi, amministratore delegato di Iliad Italia, ora arriva un’ulteriore conferma: il Ministero dello Sviluppo Economico ha concesso all’operatore telefonico l’autorizzazione necessaria per operare nel settore della telefonia di casa. Questo vuol dire che l’operatore è tutti gli effetti è un operatore telefonico per la rete fissa e che potrebbe iniziare a presentare le prime tariffe.

Sappiamo, però, che i piani di sviluppo dell’operatore prevedono dei tempi più lunghi: il debutto nella rete da casa è previsto solo per il 2021. L’obiettivo dell’operatore è utilizzare il 2020 per rendere più solida la propria posizione sul mercato italiano, continuare con lo sviluppo della rete mobile e solo dopo dedicarsi alle offerte per la rete fissa. Quello che al momento manca per diventare operatore di rete fissa ad Iliad è una rete su cui appoggiarsi.

Nonostante questo, l’operatore sembrerebbe avere le idee abbastanza chiare sul da farsi. Secondo le indiscrezioni uscite negli ultimi giorni, l’operatore sta stringendo un accordo con Open Fiber, l’azienda controllata da Enel e da Cassa Depositi e Prestiti che sta cablando l’intero territorio nazionale con una rete fibra super-veloce. Al momento è ancora presto per fare delle ipotesi sulle possibili offerte di Iliad per la rete fissa ma sicuramente nei prossimi mesi ne sapremo di più.