Silver 2

Esplorare i fondali marini, anche quelli accidentati ed irregolari, senza recare disturbo per le specie viventi nell’ecosistema marino adesso non sarà più così difficile. Infatti, grazie a Silver 2, il nuovo granchio robot, esplorare i fondali dei nostri mari sarà più semplice e in futuro, potrebbe anche essere in grado di ripulirli dalla plastica.

A dimostrarlo è uno studio condotto dagli esperti di robotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e dai biologi marini della Stazione Anton Dohrn di Napoli. Lo studio apparso sulle pagine della autorevole rivista Scientific Robotics, presenta il nuovo granchio robot. A quest’ultimo, i ricercatori hanno assegnato il nome di Silver 2. Il robot è il frutto dell’intuizione dei ricercatori che applicando i principi della robotica soffice hanno messo a punto Silver 2. Quest’ultimo è dotato di sei zampe molleggiate che gli permettono di muoversi agilmente sui fondali marini, anche in quelli irregolari. Inoltre, avanza facendo dei saltelli laterali e può effettuare anche dei campionamenti. Può avvicinarsi ai suoi obiettivi, ai pesci così come ai coralli e può raccogliere anche bottiglie di plastica e resti archeologici. Tutto ciò, senza interferire e danneggiare l’ecosistema marino.

I ricercatori comandano Silver 2 a distanza mediante l’utilizzo di un’interfaccia grafica che permette di vedere ciò che vede il robot. È un modo alternativo per andare direttamente sul fondale per interagire in maniera più delicata ed efficace. Infatti, attraverso l’interfaccia è possibile visualizzare le caratteristiche dell’ambiente sottomarino come pressione o temperatura rilevati dai sensori presenti a bordo di Silver 2.

Si tratta di una straordinaria innovazione nel campo della robotica che permetterà ai biologi marini di indagare ancora più a fondo i fondali dei nostri mari ed, eventualmente, anche di ripulirli.