collisione cosmica

La nascita del Sistema Solare deriverebbe da un evento di collisione cosmica che determinò il modellamento della Via Lattea e l’accensione di stelle, compreso il Sole.

A dimostrarlo è uno studio condotto da ricercatori dell’Istituto astrofisico delle Canarie, dell’Osservatorio d’Abruzzo dell’Inaf, dell’Infn e dell’Università di Pisa. I risultati dello studio sono stati poi pubblicati sulle pagine della autorevole rivista scientifica Nature Astronomy. Per questo lavoro i ricercatori hanno preso in esame i dati raccolti dal cacciatore di stelle Gaia, dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa).

Dai dati analizzati, gli scienziati hanno dedotto che una collisione cosmica abbia dato forma alla Via Lattea. Grazie alle immagini di Gaia, gli astronomi hanno realizzato una stima della luminosità di oltre 24 milioni di stelle. Ciò, all’interno di una sfera dal diametro di 6.500 anni luce intorno al Sole. Confrontando questi dati con dei modelli stellari, i ricercatori hanno potuto ricostruire la storia evolutiva della Via Lattea con una precisione senza precedenti.

I dati ottenuti dalle analisi dimostrano che la Via Lattea ha sperimentato un processo di formazione stellare molto violento, circa 13 miliardi di anni fa. La collisione cosmica verificatasi ha permesso alla Via Lattea di iniziare ad interagire con la galassia nana del Sagittario. Un processo, in realtà, iniziato 5-6 miliardi di anni fa e ripetutosi anche 2 miliardi ed 1 miliardo di anni fa. Un processo che ancora, ogni tanto, continua. Lo stesso Sole si sarebbe formato all’incirca 4,6 miliardi di anni fa e potrebbe trattarsi di una delle stelle nate a causa della prima interazione tra la Via Lattea e Sagittario.

Dunque sarebbe proprio una collisione cosmica ad aver determinato la nascita del nostro Sistema Solare e ad accendere il Sole, la stella più importante intorno al quale tutti i pianeti, inclusa la Terra, ruotano incessantemente.