cellule umane trasparenti

I calamari sono molluschi cefalopodi della famiglia Loliginidae. Questi curiosi animali utilizzano un particolare meccanismo molecolare per poter sfuggire ai loro predatori. Questo stesso meccanismo molecolare ha condotto un gruppo di ricercatori a modificare cellule umane per renderle trasparenti.

A descrivere queste straordinarie cellule umane è un articolo della autorevole rivista Nature Communication. Lo studio in questione, è il frutto delle numerose ricerche condotte da un team di scienziati dell’Università della California. Queste cellule umane trasparenti sembrerebbero uscite da un film di fantascienza , ma sono già realtà. Per ottenerle i ricercatori hanno coltivato cellule renali embrionali e le hanno modificate geneticamente. Ciò, affinché esse producessero una particolare proteina chiamata riflettina. Quest’ultima è la stessa proteina che permette alle femmine di calamaro Doryteuthis opalescens di dare vita ad una camouflage iridescente. Con questo stratagemma, le femmine di calamaro sfuggono ai predatori poiché modificano una striscia del loro mantello rendendolo trasparente o di colore bianco opaco.

Osservare come anche le cellule umane riuscissero ad esprimere la riflettina dopo la modifica genetica, ha sorpreso davvero molto i ricercatori. Inoltre, un altro aspetto altrettanto interessante è che questa proteina fosse impacchettata in nanostrutture sferoidali distribuite in tutta la cellula. La capacità di riflettere la luce risultando perciò trasparenti è una qualità che si può modulare attraverso stimoli esterni. Tra questi, ad esempio, si annoverano le variazioni della concentrazione di cloruro di sodio.

Queste cellule umane trasparenti sono davvero qualcosa di incredibile. In futuro, infatti, potrebbero facilitare l’osservazione al microscopio di processi biologici che avvengono all’interno dei tessuti.

Atrouli Chatterjee, prima autrice dello studio ha dichiarato:

«Il nostro progetto ricade decisamente nei confini della scienza. Esso si focalizza sullo sviluppo di sistemi cellulari e tessuti che abbiano proprietà regolabili per la trasmissione, la riflessione e l’assorbimento della luce».