embolie grassose

L’infezione da SARS-CoV-2 correla con la comparsa di segni clinici molto particolari. Nei bambini, ad esempio, può determinare l’insorgenza di una condizione simile alla Sindrome di Kawasaki. Ancora, può essere responsabile dell’insorgenza di fenomeni simil-infartuali o di necrosi tissutale. Sembrerebbe, però, che il nuovo coronavirus possa determinare anche lo sviluppo di embolie grassose nei polmoni.

A dimostrarlo è uno studio condotto da ricercatori dell’Università Politecnica delle Marche in collaborazione con altri importanti atenei italiani. Lo studio in questione è in via di pubblicazione sulla rivista scientifica Journal of Obesity.

Nello specifico, gli scienziati ed i medici hanno osservato che le embolie grassose si sviluppavano nei tessuti di alcune persone obese con COVID-19. L’ipotesi avanzata è che la presenza del virus favorirebbe la morte di una grande quantità di cellule adipose. Ciò, determinerebbe l’entrata di gocce di sostanze grasse all’interno della rete dei vasi sanguigni polmonari provocando appunto le embolie grassose. Il numero delle cellule adipose morte in presenza di SARS-CoV-2 è addirittura superiore a quello osservato nelle infiammazioni del tessuto adiposo tipiche delle persone obese. Fino ad ora le embolie grassose simili a quelle osservate nei pazienti obesi COVID-19, erano state osservate nelle vittime di gravi incidenti stradali. Ciò, dopo la fuoriuscita nel sangue di gocce lipidiche dalle ossa fratturate.

Antonio Giordano e Laura Graciotti, due degli autori dello studio, hanno dichiarato:

«I quadri polmonari che si trovano nei pazienti COVID-19 si manifestano spesso con lesioni bilaterali come quelle causate dalle embolie grassose che possono far seguito alle fratture multiple».

Il motivo per il quale SARS-CoV-2 determini lo sviluppo di embolie grassose sembrerebbe essere dovuto alla presenza del recettore Ace2 sulle cellule adipose. A tale recettore, come sappiamo, si aggancia la proteina virale Spike, l’arma con cui il virus riesce a penetrare nelle nostre cellule.