In seguito al lancio della propria iniziativa di solidarietà digitale, l’operatore francese Iliad ha anche annunciato l’acquisizione di una quota del 30% di uno dei suoi fornitori più innovativi.

Stiamo parlando di Instadrone, la principale rete di operatori per droni in Francia creata nel 2014 ha ora 23 filiali in Francia e 4 all’estero. Negli ultimi anni si è specializzata nel recupero e nell’analisi di dati tecnici per i settori industriali. Scopriamo insieme il motivo di questa scelta.

 

Iliad punta tutto sui droni, ecco il motivo della scelta

I servizi di Instadrone rispondono a una vasta gamma di esigenze in rapida espansione: piani topografici, ispezioni di edifici, raccolta di punti georeferenziati per modellazione strutturale, monitoraggio del sito, controllo della qualità dell’aria, campionamento, ecc. Il Chief Financial Officer di Iliad Group, Nicolas Jaeger ha dichiarato: “Siamo molto contenti di questo progetto, nato dopo il lancio del nostro fondo Solid-19.

Questa iniziativa di solidarietà, che si è mobilitata internamente, ha prodotto una risposta concreta: ad oggi abbiamo ricevuto una dozzina di richieste, metà delle quali sono già ben avanzate. Questa acquisizione di azioni, richiesta da Instadrone, integra le nostre varie modalità di intervento con la nostra rete di partner“.

Mentre l’attuale CEO di Instadrone, Cédric Botella ha detto: “Questa partecipazione nel gruppo iliad è una grande opportunità per la nostra azienda. Abbiamo rifiutato diverse offerte perché cercavamo il partner francese ideale per una crescita ambiziosa e strutturata. L’annuncio del piano Solid-19 è stato un fattore scatenante nel nostro desiderio di aumentare la nostra partnership con il gruppo iliad, perché abbiamo lavorato a stretto contatto con Free Mobile per diversi anni e ne condividiamo i valori comuni di solidarietà, lavoro e costante ricerca di innovazione“.