proteine primordiali

Ad oggi non esiste un’unica teoria riguardo l’origine della vita sulla Terra. Negli ultimi decenni alcuni scienziati hanno postulato la teoria del mondo ad RNA. Secondo tale teoria, all’inizio sulla Terra vi era solo RNA con capacità di autoreplicazione che, in un secondo momento, ha permesso lo sviluppo di sistemi biochimici più complessi. Questi ultimi sarebbero stati in grado di sintetizzare proteine. Quando parliamo di proteine primordiali intendiamo le proteine presenti proprio all’inizio sul nostro Pianeta. Per capire come tali proteine primitive abbiano permesso lo sviluppo di cellule viventi, un gruppo di scienziati le ha ricreate in laboratorio.

Nello specifico, un team di ricercatori del Weizsmann Institute of Science in collaborazione con l’Università Ebraica di Gerusalemme ha svolto alcuni esperimenti. Essi, infatti hanno ricostruito in laboratorio sequenze proteiche che potrebbero essere molto simili a quelle delle proteine primordiali. Il loro studio è stato successivamente pubblicato sulle pagine della rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas). Gli scienziati hanno iniziato con una proteina piuttosto semplice appartenente ad una famiglia che si lega sia al DNA che all’RNA. Successivamente, essi hanno creato delle proteine sintetiche via via più complesse. I ricercatori hanno così scoperto che con semplici reazioni chimiche si poteva convertire l’ornitina in arginina. Probabilmente, tale conversione ha avuto luogo sulla Terra proprio nel momento in cui sono apparse le proteine primordiali.

Si tratta di uno studio che apre le porte ad una migliore comprensione dell’evoluzione delle forme di vita sul nostro Pianeta. Studiare le proteine primordiali potrebbe rappresentare davvero un punto di svolta che potrebbe portare alla formulazione di un’unica ipotesi circa l’origine della vita sulla Terra.