Il colosso americano Apple continua a mantenere il primato di azienda più innovativa, secondo BOSTON Consulting Group. La classifica è stilata in base a interviste con 1.500 dirigenti a livello globale e all’analisi delle prestazioni di oltre 1.000 aziende.

E l’edizione 2020 di ‘The Most Innovative Companies‘, lo studio annuale sulla capacità di guidare e cavalcare l’innovazione da parte delle aziende evidenzia chiaramente come anche quelle più innovative abbiano difficoltà a mantenere livelli di performance costanti. Scopriamo maggiori dettagli.

 

Apple ancora l’azienda più innovativa del mondo

Per essere leader dell’innovazione bisogna essere costanti, ecco la ragione del titolo scelto per l’edizione 2020: ‘The Serial Innovation Imperative’. Solo il 12% delle società, infatti, è rientrato nella Top50 più di dieci volte e sono solo otto quelle che hanno conservato un posto fisso nello studio dal 2005 – Alphabet, Amazon, Apple, Hp, Ibm, Microsoft, Samsung e Toyota. Compare in classifica Fca per la prima volta, mentre vi era entrata Fiat nel 2014.

Bcg ha condotto le analisi per l’edizione 2020 dello studio prima dello scoppio della pandemia da Covid-19, ma i risultati rimangono molto importanti per guidare i leader dell’innovazione nel prendere confidenza con i nuovi modelli di offerta, domanda, comportamento dei consumatori e modi di fare business, sempre in rapida evoluzione.

Gli esperti Bcg dimostrano che più del 40% delle grandi aziende, ovvero quelle che hanno un fatturato pari o superiore al miliardo di dollari, riesce a superare le difficoltà maggiori del processo di implementazione, che in genere, riguardano la mancanza di un metodo nell’allocazione delle risorse e la difficoltà nell’allineare l’organizzazione interna con la strategia d’innovazione.