Il colosso americano Apple sta attualmente lavorando al Touch ID sotto al display, a confermarlo, nelle ultime ore sono sbucati fuori due nuovi brevetti a riguardo.

Nonostante il sistema Face ID sia molto più sicuro del Touch ID, presenta delle imperfezioni che il riconoscimento dell’impronta digitale non aveva, per questo motivo il colosso sta pensando di ripristinarlo.

 

Apple: due nuovi brevetti mostrano un sensore di impronte digitali sotto al display

Quando il colosso di Cupertino ha presentato iPhone X, ha realmente pensato di abbandonare definitivamente il Touch ID. Il riscontro degli utenti, però, l’ha spinto a rivalutare il tutto. Da molti mesi infatti l’azienda sta lavorando su un modo per implementare il sensore di riconoscimento delle impronte digitali al di sotto dei display. Due nuovi brevetti in merito sono stati registrati nelle scorse ore.

Il primo brevetto presentato dalla mela morsicata nelle scorse ore prende il nome di “Trasmissione ottica, ricezione o rilevamento attraverso elementi micro-ottici tramite display”. Il documento parla di un sensore ottico, un ricevitore e un trasmettitore posizionati sotto il display in grado di rilevare immagini bidimensionali o tridimensionali di un oggetto o utente posizionato vicino allo schermo.

Il secondo brevetto, invece, prende il nome di “Sistema di rilevamento ottico delle impronte digitali“. In questo caso, il documento si sofferma sullo spiegare come compensare la temperatura in un sistema ottico implementato sotto il display. Potremmo quindi vedere i primi iPhone con Touch ID sotto al display già a partire dal prossimo anno se le ricerche procederanno per il verso giusto.