Fugaku

Il termine supercomputer si riferisce ad un tipo di sistema di elaborazione progettato per ottenere capacità di elaborazione estremamente elevate. Si tratta di un sistema dedicato ad eseguire calcoli matematici ad elevate prestazioni. Negli ultimi anni sono tantissimi i supercomputer sviluppati che hanno trovato davvero innumerevoli applicazioni. Oggi, però, sembra che il più potente supercomputer al mondo sia giapponese. Il suo nome è Fugaku.

Questo nuovo supercomputer giapponese ha soppiantato il supercomputer Summit degli USA che per gli ultimi due anni è stato il più potente al mondo. Fugaku è in grado di eseguire una semplice operazione matematica 415 quadrilioni di volte al secondo. Inoltre, ha fatto segnare 416 petaflop di potenza di calcolo, limite raggiunto attraverso un benchmark High Performance Linpack (HPL). Non è la prima volta che il Giappone vanta un supercomputer al primo posto tra quelli più potenti al mondo. Ma Fugaku è davvero incredibile e particolare. Infatti, il supercomputer giapponese riesce ad eseguire i calcoli senza il supporto di un’unità di elaborazione grafica, come invece fanno molti altri supercomputer. Fugaku utilizza inoltre processori Arm.

Questo straordinario supercomputer potrà essere particolarmente utile per l’applicazione delle tecniche di apprendimento automatico e, in generale, per l’intelligenza artificiale. Proprio gli algoritmi di apprendimento automatico rappresentano oggi la nuova frontiera per tutte le grandi aziende del settore e sono sempre più grandi. infatti, i database sono sempre più corposi ed abnormi e con numeri di parametri che si possono contare in decine di miliari. Pertanto, l’utilizzo di Fugaku o dei supercomputer in generale, potrà essere davvero utile per analizzare queste grandissime quantità di dati.

La lista dei più potenti supercomputer oggi disponibili la trovate su Top500 The List.