ballare in gruppo

Avete mai notato che a ballare in gruppo ci sentiamo più uniti, come se tutti coloro che ballano fossero una cosa sola? Se anche voi avete avuto questa sensazione apparentemente inspiegabile, ecco che la scienza ha trovato una risposta.

A dimostrare che a ballare in gruppo ci si sente più uniti è uno studio pubblicato su Scientific Reports e condotto da ricercatori dell’Università di Aarhus (Danimarca). Nello specifico, i ricercatori hanno voluto capire il perché ballare in gruppo si rivela molto utile per il nostro benessere psicofisico. Per trovare delle risposte, gli scienziati danesi hanno condotto degli esperimenti su vari soggetti. Essi hanno notato che l’influenza della sincronia del movimento era molto forte sui legami sociali. Inoltre più la musica era apprezzata, più questa vicinanza sociale aumentava con le persone che si muovevano in modo sincrono con i soggetti stessi.

Dunque i ricercatori hanno scoperto che muoversi a tempo di ritmo e ballare in gruppo favorisce il sincronismo dei movimenti tra gli individui del gruppo stesso. È la tipica situazione che si instaura durante un ballo da discoteca e che non fa altro che aumentare la vicinanza sociale e rafforzare i legami tra chi sta ballando in gruppo. Basta anche solo guardare altre persone ballare in gruppo per percepire una sensazione di armonia e affiliazione con gli altri.

Peter Vuust, uno degli autori dello studio, ha dichiarato:

«L’attuale studio va al cuore del perché gli esseri umani sono creature musicali in primo luogo. Mostra che il motivo per cui la musica ci collega è che combina la sincronizzazione corporea con le emozioni positive. Indica che se c’è un vantaggio evolutivo della musica, è probabilmente dovuto alla sua capacità di sincronizzare i nostri movimenti, emozioni e cervelli».