Secondo gli ultimi dati pubblicati, nel secondo trimestre del 2020, Apple ha pagato a Samsung una cifra di circa 950 milioni di dollari. Inizialmente il motivo non era molto chiaro ma scovando a fondo siamo riusciti ad arrivare al vero motivo.

Il colosso di Cupertino ha infatti pagato Samsung quella cifra per non aver raggiunto gli obiettivi di acquisto dei pannelli OLED stabiliti negli accordi tra le due società. Scopriamo insieme i dettagli.

 

Apple paga Samsung una cifra di 950 milioni di dollari

Alcuni giorni fa, il colosso sud coreano Samsung ha condiviso le linee guida sulle entrate e sui profitti operativi per il secondo trimestre del 2020, che includevano un guadagno una tantum legato alla sua attività display. Si ritiene che questo pagamento provenga da Apple, visto che l’azienda di Cupertino avrebbe acquistato un numero inferiore del previsto di pannelli OLED per gli iPhone durante il secondo trimestre dell’anno.

Apple infatti, durante il secondo trimestre dell’anno, ha avuto diverse difficoltà come tante altre aziende, visto che la pandemia ha portato alla chiusura forzata degli Apple Store in tutto il mondo e al blocco delle fabbriche in Cina. Per tutti questi motivi non ha soddisfatto il numero di ordinativi minimi di pannelli OLED previsti dall’accordo con Samsung, obbligandola a pagare un “risarcimento” di 950 milioni di dollari.

Anche nel 2019 il colosso ha dovuto effettuare un pagamento per lo stesso motivo a Samsung, anche se la cifra in quel caso era un po’ inferiore. Parliamo infatti di 693 milioni di dollari. Dal quel momento le vendite di iPhone crescevano di mese in mese, fino alla recente frenata causata dal Covid-19.