sviluppo

Il cane si sa, è il migliore amico dell’uomo e su di esso riesce ad esercitare notevoli effetti psicologici positivi. In particolare, sembrerebbe che i bambini cresciuti in famiglie che hanno un cane mostrano uno sviluppo socio-emotivo ed un livello di benessere sociale migliori rispetto ai bambini che non crescono in presenza di un amico a quattro zampe.

A dimostrarlo è uno studio pubblicato sulla rivista Pediatric Research condotto da ricercatori dell’Università dell’Australia occidentale e del Telethon Kids Institute. Per il loro lavoro, gli scienziati australiani hanno fatto compilare un questionario ai membri di 1646 famiglie che avevano bambini dai due ai cinque anni al momento dei questionari. Successivamente i ricercatori hanno analizzato i dati contenuti all’interno dei questionari.

Dalle analisi condotte, nonostante i fattori comuni che possono influenzare lo sviluppo socio-emotivo dei bambini, gli scienziati hanno ottenuto risultati interessanti. Infatti, essi hanno scoperto che i bambini cresciuti in compagnia di un cane avevano una probabilità del 23% più piccola di incorrere in difficoltà che riguardavano la gestione delle emozioni e le interazioni sociali. Inoltre, sempre questi bambini, avevano il 30% di probabilità in meno di sviluppare comportamenti antisociali. Infine, questi bambini avevano un 34% di probabilità in più di impegnarsi in comportamenti premurosi rispetto ai bambini di famiglia senza un cane.

Secondo i ricercatori tali notevoli differenze sarebbero imputabili proprio all’attaccamento e all’affezione che si instaurano tra i bambini ed i loro cani. È un qualcosa di straordinario che, da solo, favorisce e stimola lo sviluppo sociale ed emotivo dei bambini. Hayley Christian, autrice dello studio, ha dichiarato:

«Ci aspettavamo che la proprietà del cane avrebbe fornito alcuni benefici al benessere dei bambini piccoli. Ma siamo rimasti sorpresi che la semplice presenza di un cane di famiglia fosse associata a molti comportamenti ed emozioni positive».