Il nuovo operatore unico WindTre ha appena realizzato la prima rimodulazione da quando è nato con l’unione dei due brand Wind e 3 Italia. A causa di questa prima rimodulazione alcune offerte hanno subito forti aumenti di prezzi.

Nel dettaglio, alcune offerte sono aumentate anche di 4 euro al mese per alcuni utenti e non per altri. Scopriamo insieme tutti gli utenti colpiti e per quale motivo.

 

WindTre: è partita la prima rimodulazione del nuovo operatore unico

Arriva la prima rimodulazione di WindTre. L’operatore ha deciso che dallo scorso 13 luglio per alcuni utenti non fosse più possibile avere la loro vecchia tariffa, che è stata sostituita dall’offerta “MIA 40 Special Edition”, che costa però ora 10.99 euro al mese, cioè addirittura 4 euro in più rispetto a prima. L’operatore ha sostituito la vecchia tariffa di alcuni utenti con questa nuova che chiaramente va ad offrire di più rispetto a prima.

La motivazione dell’azienda sulla rimodulazione è stata inviata tramite messaggi agli utenti: “dal 13 luglio 2020 la tua offerta cambia in MIA 40 pecial Edition a causa dell’insostenibilità economica dell’utilizzo del tuo attuale piano“. Questo significa che la vecchia offerta non conveniva più a WindTre, che ha così deciso di cambiarla con una più conveniente sia per l’azienda e in parte, forse, per l’utente.

Come molto spesso capita in queste situazioni l’operatore ha permesso a tutti gli utenti coinvolti nella rimodulazione, di cambiare operatore in caso di non accettazione della stessa, con il classico diritto di recesso senza il pagamento di alcune penale. L’offerta che viene ora proposta agli utenti è la nuova MIA 40 Special Edition che dunque aumenta il prezzo che sale a 10,99 euro al mese. Ma in questo caso gli utenti avranno inclusi minuti illimitati, ma anche 40 GB di traffico dati al mese.