asfalto stradale

L’asfalto stradale è una miscela naturale di idrocarburi solidi e semifluidi, per lo più costituiti da bitume. Quest’ultimo, deriva dall’evaporazione del petrolio che, risalendo dal giacimento sotterraneo dove si accumulava, giunto in superficie si degrada chimicamente e batteriologicamente. Attualmente, per la realizzazione della pavimentazione stradale, si utilizza proprio l’asfalto che comprende un conglomerato bituminoso artificiale. Sembrerebbe però, che l’asfalto che ricopre le nostre strade, quando esposto a sole ed acqua, rilascia nell’ambiente composti tossici.

A dimostrarlo è uno studio condotto da ricercatori dell’Università della Florida poi pubblicato sulla rivista Environmental Science & Technology. Nello specifico, gli studiosi hanno scoperto che il legante, derivato dal petrolio, che si utilizza per creare l’asfalto stradale può liberare composti tossici. Ciò, quando si trova esposto all’acqua o al sole forte. Tale composto è proprio quello che tiene insieme tutte le componenti dell’asfalto stradale cioè pietre, sabbia e ghiaia.

I leganti dell’asfalto stradale cono pericolosi per l’ambiente

Utilizzando metodiche sofisticate come la spettrometria di massa a risonanza ionica ad alta risoluzione, i ricercatori hanno identificato decine di migliaia di molecole diverse che possono essere presenti anche in una minuscola goccia di questo legante. Per il loro lavoro, gli studiosi hanno posto su una lastra di vetro una quantità di questo legante. Essi hanno successivamente immerso la lastra prima nell’acqua per poi irradiarla con un simulatore di luce solare per una settimana. Dai loro test i ricercatori hanno scoperto che si creano nuove molecole che penetravano nell’acqua e più tempo passava, più composti tossici venivano rilasciati nell’ambiente. Queste nuove molecole sono il frutto di un processo molto particolare denominato fotoossidazione. Il nome di tale meccanismo non è casuale, infatti, ad innescarlo è proprio la luce solare.

Questa straordinaria scoperta dimostra come alcune componenti dell’asfalto stradale possono indurre il rilascio di sostanze pericolose per l’ambiente. Oggi, infatti, la speranza  è quella di riuscire ad utilizzare un legante migliore oppure una sostanza sigillante che protegga l’asfalto e limiti la diffusione di questi composti tossici.