pilotare l'invecchiamento

L’invecchiamento è il processo naturale che comprende l’insieme dei molteplici cambiamenti che avvengono all’interno delle cellule e dei tessuti con il progredire dell’età. Ma si può aumentare la longevità delle cellule e far sì che esse vivano di più? Sembrerebbe proprio che sia possibile se si riesce a pilotare l’invecchiamento.

A dimostrarlo è uno studio condotto da ricercatori dell’Università della California a San Diego poi pubblicato sull’autorevole rivista Science. Con il loro lavoro, i ricercatori californiani hanno scoperto che è possibile pilotare l’invecchiamento delle cellule per aumentarne la longevità. Come dimostrato dai loro esperimenti, basta manomettere il “navigatore” con cui le cellule scelgono la via dell’invecchiamento che le condurrà alla morte. Lo studio in questione, condotto su cellule di lievito, ha fornito risultati davvero sorprendenti. Infatti, se il risultato troverà conferma anche su cellule umane, potrà portare allo sviluppo di nuove terapie anti-aging.

 

Pilotare l’invecchiamento per sviluppare nuove terapie anti-aging

Durante le loro ricerche, gli scienziati hanno scoperto che l’invecchiamento non è associato soltanto ad un accumulo progressivo di danni nelle cellule. In realtà, questo complesso processo fisiologico dipende da una decisione che le cellule prendono molto presto quando ancora sono giovani. Infatti, sono due le strade che le cellule possono intraprendere: invecchiare gradualmente e perdendo progressivamente la stabilità del loro nucleolo oppure, decidere di decadere per colpa di disfunzioni nelle loro “centrali energetiche”, i mitocondri. I ricercatori hanno voluto capire come le cellule intraprendano questa decisione identificando i processi molecolari che sottendono ciascun percorso dell’invecchiamento e le connessioni tra i due. Proprio durante queste ricerche essi hanno scoperto che esiste un circuito molecolare simile ai circuiti elettrici che controllano gli elettrodomestici nelle nostre case.

Utilizzando simulazioni al computer, i ricercatori hanno scoperto che modificando un gene si può pilotare l’invecchiamento. È così che si crea un’altra via per invecchiare, molto più lunga, che aumenta la longevità delle cellule. La sfida è ora quella di riproporre questi stessi risultati nelle cellule umane, con l’obiettivo di mettere a punto strategie che permettano di aumentare ulteriormente l’aspettativa di vita.