pompa cardiaca

La stampa 3D ha dato e continua a dare prova delle sue innumerevoli applicazioni soprattutto nel contesto della medicina. Questa tecnica, infatti, ha permesso di ottenere una nuova pompa cardiaca per il corpo umano che funziona con cellule umane ottenute a partire da cellule staminali pluripotenti.

A presentare la nuova pompa cardiaca stampata in 3D è un articolo pubblicato sulla rivista Circulation Research. Lo studio in questione riporta la firma di un team di ricercatori dell’Università del Minnesota. In passato, alcuni ricercatori avevano già tentato di stampare in 3D i cardiomiociti, le cellule del muscolo cardiaco umano. Tutto ciò, senza riuscire a raggiungere una densità cellulare critica affinché le cellule create imitassero il funzionamento di quelle del corpo umano. Per questo lavoro, i ricercatori hanno trasformato cellule staminali umane pluripotenti in cardiomiociti. Essi hanno invertito il processo originario ottenendo il risultato sperato.

Nello specifico, i ricercatori dell’università americana hanno ottimizzato l’inchiostro specializzato ottenuto da proteine della matrice extracellulare. Poi, lo hanno combinato con le cellule staminali umane e hanno utilizzato le cellule Ink-Plus per stampare in 3D la struttura della pompa cardiaca. In particolare, gli scienziati hanno fatto prima espandere le cellule staminali pluripotenti e poi le hanno fatte differenziare in cardiomiociti. Il modello creato è lungo 1,5 cm dimensioni che permetteranno alla pompa cardiaca di essere introdotta nella cavità addominale dei topi per eseguire ulteriori studi.

I ricercatori coinvolti nello studio credono che la loro nuova pompa cardiaca potrebbe avere ampie ripercussioni nello studio delle malattie cardiache e sul cuore. Dunque, siamo di fronte ad una invenzione davvero straordinaria.