pupille

Le pupille sono i piccoli fori situati al centro dell’iride e permettono l’entrata della luce all’interno del bulbo oculare. Sembrerebbe che osservando le reazioni delle pupille a determinate immagini sia possibile capire se un soggetto ha vissuto un’esperienza abbastanza drammatica.

A dimostrarlo è uno studio condotto da ricercatori della Swansea University e dell’Università di Cardiff poi pubblicato su Biological Psychology. In particolare, gli scienziati hanno condotto vari esperimenti durante i quali hanno misurato l’ampiezza della pupilla dell’occhio di alcuni partecipanti. Tale misurazione avveniva quando i partecipanti osservavano varie tipologie di immagini, alcune minacciose, altre inerenti ad eventi e cose neutrali ed altre piacevoli. I ricercatori hanno notato che le persone con disturbo da stress post-traumatico presentavano una reazione delle pupille diversa da quella mostrata dalle persone che non soffrivano di questo disturbo.

In particolare, i ricercatori hanno scoperto che le pupille dei soggetti con questo disturbo si dilatavano di più in risposta agli stimoli causati dalle immagini. Inoltre essi hanno anche scoperto che questa reazione avveniva anche quando i soggetti con PTSD osservavano immagini “positive” cioè piacevoli. Secondo i ricercatori la loro è una scoperta davvero interessante perché potrebbe avere risvolti importanti. Ad esempio, potrebbe permettere agli operatori sanitari di utilizzare immagini positive nel corso delle sedute terapiche per stimolare la reazione emozionale del paziente con PTSD. Le immagini negative, infatti, possono essere troppo sconvolgenti o insopportabili per alcuni pazienti. Al contrario, le immagini più gioiose potrebbero servire per valutare efficacemente il livello di risposta emozionale.

Alla luce di quanto emerso da questo studio, possiamo davvero confermare che “gli occhi sono lo specchio dell’anima”.