Il colosso americano Apple è in continua crescita, nonostante la pandemia da coronavirus che ha colpito tutto il mondo. Questo è quello che dicono i risultati trimestrali.

Quest’ultimi hanno infatti mostrato guadagni in tutte le categorie e in tutte le aree geografiche. Possiamo quindi affermare che il colosso guidato da Tim Cook ha nettamente superato le aspettative di Wall Street.

 

Apple: i dati dell’ultima trimestrale mostrano utili in crescita nonostante il coronavirus

I risultati sono arrivati lo stesso giorno in cui il prodotto interno lordo degli Stati Uniti è crollato a un tasso annuo del 32,9% nell’ultimo trimestre, la peggiore performance economica della nazione dalla Grande Depressione. Come Apple, anche altre importanti aziende come Amazon e Facebook hanno presentato risultati che hanno superato le aspettative di Wall Street, questo ha spinto anche le loro azioni in borsa.

Con il 60% delle vendite provenienti dai mercati internazionali, l’azienda di Cupertino ha registrato un fatturato di 26.42 miliardi di dollari per il comparto iPhone, 4 miliardi di dollari al di sopra delle aspettative degli analisti. Il CEO Tim Cook, in un’intervista con Reuters ha dichiarato: “Penso che lo stimolo economico in atto sia stato un aiuto“, sottolineando che dopo le interruzioni di aprile, le vendite hanno iniziato a risalire a maggio e giugno, aiutato da quello che ha definito un lancio “forte” per l’iPhone SE da 399 dollari introdotto in aprile.

Il colosso di Cupertino ha registrato un aumento delle vendite di accessori come AirPods e servizi come l’App Store. La continua crescita dei servizi e degli accessori ha anche mostrato la solidità del marchio, che ha convinto gli investitori a considerarlo un rifugio sicuro e ha spinto al rialzo i prezzi delle azioni da marzo. Non possiamo che augurarle di continuare così, soprattutto perché è in arrivo anche il keynote del mese di settembre 2020.