AI

L’intelligenza artificiale (AI) ha trovato e continua a trovare numerose applicazioni in tantissimi contesti. Dall’agricoltura alla medicina, dall’astronomia all’ingegneria e in molto altro ancora. Oggi, un team di ricercatori ha sviluppato un nuovo programma per PC basato sull’AI in grado di riconoscere, semplicemente osservando delle immagini, uccelli che appartengono alla stessa specie.

A presentare il nuovo sistema di AI è uno studio pubblicato sulla rivista Methods in Ecology and Evolution. Lo studio in questione riporta la firma di un team di scienziati del Centro per l’ecologia funzionale ed evolutiva (CEFE) (Francia). Con il loro studio, i ricercatori francesi hanno dimostrato che anche i computer possono essere in grado di riconoscere dozzine di singoli uccelli appartenenti ad una stessa specie. Una capacità questa che anche per gli esperti ornitologi risulta davvero poco semplice.

Il nuovo software, basato sui nuovi algoritmi di AI come il machine learning, è stato “addestrato” per riconoscere le immagini dei singoli uccelli nel loro ambiente selvatico. Dopo l’addestramento i ricercatori hanno capito che avevano raggiunto molto successo. Infatti, in fase di test, il loro software riusciva a riconoscere singoli uccelli con un’accuratezza di oltre il 90%.

André Ferreira, l’autore principale dello studio, ha dichiarato:

«Lo sviluppo di metodi per l’identificazione automatica e non invasiva di animali completamente non marcati e non manipolati dai ricercatori rappresenta un importante passo avanti in questo campo di ricerca. In definitiva, c’è molto spazio per trovare nuove applicazioni per questo sistema e rispondere a domande che sembravano irraggiungibili in passato».

Dunque, i risultati raggiunti con il nuovo sistema di AI potrebbe rivelarsi utilissimo nel superare le limitazioni negli studi riguardanti gli uccelli selvatici.