A poco più di due anni dall’approdo in Italia, Iliad vanta già un’importante base di utenti ma soprattutto anche un’infrastruttura proprietaria di tutto rispetto. Tutti stiamo ormai attendendo il debutto della telefonia fissa, ma nel frattempo sono arrivati dei dati molto interessanti.

Questi dati riguardano lo stato dei lavori riguardanti la copertura e l’estensione della propria rete proprietaria. Attualmente Iliad si poggia sulle infrastrutture di Wind Tre, ma parallelamente sta anche lavorando all’installazione di antenne proprietarie che entro fine 2020 toccheranno quota 5000 mila.

 

Iliad continua ad estendere la sua rete proprietaria

Entro fine 2020 le antenne proprietarie dell’operatore francese raggiungeranno quota 5000 mila e consentiranno alla società di Benedetto Levi di ottenere l’indipendenza e mettere tra le mani degli utenti un’offerta potente. Il 2021 invece sarà un anno cruciale in quanto segnerà la fine dei lavori e la transizione completa alla rete proprietaria.

Iliad subito dopo il lockdown ha ripreso i lavori d’installazione che hanno interessato centri urbani di varie dimensioni. Complessivamente, in tutta Italia ad oggi sono 4.200 gli impianti 4G attivi: 3.390 operano sulla banda 2100 Mhz, che è a disposizione di Iliad da Gennaio 2020. Le antenne sono sparse su tutto il territorio nazionale, ad eccezione di Molise, Valle D’Aosta e Basilicata che sono anche le regioni in cui c’è il maggior numero di abitanti.

Discorso diverso per Lombardia, Veneto, Sicilia, Emilia Romagna ed Abruzzo, dove negli ultimi 15 giorni è stato registrato il maggior numero di attivazioni. Attualmente il colosso guidato da Levi non ha comunicato una data ufficiale per il debutto delle Rete Fissa, ma secondo le ultime indiscrezioni potrebbe arrivare prima del previsto. Non ci resta che attendere per scoprire le fantastiche offerte che l’operatore ha riservato per noi clienti italiani.