Stonehenge

Stonehenge è un sito neolitico che si trova vicino ad Amesbury nello Wiltshire, Inghilterra. È il più celebre ed imponente circolo di pietra composto da un insieme circolare di grosse pietre erette, chiamate megaliti, talora sormontate da elementi orizzontali colossali. Ma da dove provengono i grossi megaliti del più noto sito neolitico del mondo?

A dare finalmente una riposta a questa domanda è uno studio condotto da ricercatori di varie università del Regno Unito. Lo studio in questione è stato poi pubblicato sulla autorevole rivista Science Advances. Per il loro studio, i ricercatori hanno utilizzato nuovi dati geochimici per dimostrare che almeno 50 dei 52 sarsen di Stonehenge condividono a “una chimica coerente”. Ciò significa che queste grosse pietre devono provenire necessariamente da un unico luogo. Per poter riuscire a capire quale fosse, i ricercatori hanno confrontato la firma geochimica di un nucleo estratto da una delle grosse pietre con i dati prelevati da varie località della Gran Bretagna meridionale considerate come possibili località di origine dei megaliti.

Stonehenge: i suoi megaliti, ma non tutti, provengono dal West Woods

Alla fine delle analisi, gli scienziati inglesi hanno concluso che il luogo misterioso dal quale provengono le pietre di Stonehenge è il West Woods. Quest’ultima è una località nel Wiltshire che si trova a 25 km di distanza dal punto dove sorge Stonehenge. È molto probabile che da questo luogo le persone che hanno costruito Stonehenge abbiano trasportato i grossi massi di silice. Questo trasporto si sarebbe verificato ben 2500 anni prima della nascita di Cristo. Due delle 52 pietre sarsen, invece, sembrano essere giunte da aree diverse anche perché queste, si trovano in punti più settentrionali dei rispettivi sottogruppi che compongono il sito.

Ovviamente, adesso, bisogna svelare il mistero di come semplici esseri umani siano riusciti a trasportare massi di 30 tonnellate ciascuno per 25 km. Un mistero questo, che si affianca a quello del significato stesso del sito neolitico di Stonehenge, rimasto ancora irrisolto.