suicidi

Sicuramente il lockdown globale e la pandemia hanno rappresentato un momento di stallo per tutta la popolazione mondiale. Da un momento all’altro siamo stati catapultati in una realtà completamente differente da quella alla quale eravamo abituati. Sembrerebbe che proprio la pandemia abbia avuto conseguenze notevoli. Infatti, secondo le ricerche eseguite dagli utenti di Google, i suicidi tenderanno ad aumentare notevolmente in futuro.

A dimostrarlo è uno studio pubblicato sulla rivista PLOS One e condotto da un team di ricercatori della Columbia University. Questi ultimi, nello specifico, hanno indagato sulle ricerche degli utenti di Google provenienti dagli USA. Da tali analisi gli scienziati hanno scoperto che la ricerca di informazioni riguardanti le difficoltà finanziarie ed i soccorsi in caso di calamità sono aumentate in maniera drastica a marzo ed aprile rispetto al periodo antecedente alla pandemia.

In particolare, ad essere aumentate sono le ricerche del tipo “ho perso il lavoro”, “disoccupazione” e simili. Inoltre, sempre mediante sofisticati algoritmi, i ricercatori hanno notato un aumento delle ricerche relative alla depressione e agli attacchi di panico. L’aumento delle ricerche di informazioni riguardo il disagio finanziario è uno dei principali indici di maggior rischio di aumento della mortalità legata ai suicidi. I ricercatori, infatti, temono che anche in questo caso questo collegamento possa presto trovare conferma.

L’impatto di queste preoccupazioni sul comportamento della popolazione non ha ancora mostrato manifestazioni infatti il tasso di suicidi è ancora stabile. Ma, in caso di una catastrofe, queste stesse tendenze oggi stabili o addirittura in diminuzione, tenderanno ad aumentare considerevolmente.