rinoceronti lanosi

I rinoceronti lanosi sono animali ormai estinti vissuti nel Pilocene superiore-Pleistocene superiore, tra i 3.6 milioni ed i 10.000 anni fa. Ma, circa 14.000 anni addietro ebbe luogo l’estinzione di questi particolari mammiferi con pelliccia, la qual causa non si conosce. Oggi, però, sembrerebbe che il mistero sia stato svelato.

A dimostrare quale evento ha determinato l’estinzione dei rinoceronti lanosi è uno studio pubblicato sulla rivista Current Biology. Lo studio in questione riporta la firma di un team di scienziati dell’Università di Stoccolma. Secondo questo studio, un cambiamento climatico avvenuto circa 14.700 anni fa avrebbe determinato l’estinzione di questi enormi mammiferi. Per giungere a questa conclusione, gli scienziati hanno analizzato e sequenziato il DNA di ossa, tessuto e peli di 14 esemplari di rinoceronti lanosi, prelevandoli dai resti che si sono conservati fino ad oggi.

In tal modo, essi hanno scoperto che la popolazione dei rinoceronti lanosi era stabile e molto diversificata. Ma quando le temperature sono aumentate troppo, questa ed altre specie sono andate incontro ad un irreversibile processo di estinzione. Inoltre, mediante le analisi del DNA, i ricercatori hanno anche scoperto che vi erano alcune mutazioni genetiche che permisero ai rinoceronti lanosi di adattarsi al clima più freddo.

La causa della loro estinzione ha un nome: “Bølling-Allerød”. Si tratta di un periodo interstadiale sorprendentemente caldo e umido che ebbe luogo tra i 14.700 ed i 12.900 anni fa. Un cambiamento climatico che ha sancito la definitiva scomparsa di questa specie di enormi rinoceronti con pelliccia.