Qualche giorno fa abbiamo parlato dell’improvvisa rimozione del gioco Fornite da Google Play e da Apple Store. Nelle ultime ore il social network Facebook si è schierato con Epic Games nella “guerra” contro il colosso di Cupertino.

Vi ricordo che tutto è partito dalle troppe commissioni che l’azienda deve pagare ad Apple per ogni acquisto in-app effettuato dai propri clienti. Per questo motivo ha introdotto un metodo di pagamento alternativo che, ovviamente, non è piaciuto né ad Apple né a Google. Scopriamo insieme i dettagli.

 

Facebook si schiera contro Apple insieme ad Epic Games

Secondo quanto riportato da SlashGear e come si può leggere sul blog ufficiale di Facebook, la società di Mark Zuckerberg ha affermato di aver chiesto ad Apple di ridurre le commissioni legate alle applicazioni pubblicate sull’App Store, che attualmente sono pari al 30%. Il colosso di Menlo Park inoltre, ha provato anche ad ottenere l’autorizzazione da parte di Apple per poter utilizzare il proprio sistema di pagamento, Facebook Pay. 

Apple, come potrete immaginare, non ha approvato alcuna richiesta e questo ha portato Facebook ad annunciare la rendita esplicita della commissione del 30% quando vengono effettuate transazioni relative a pagamento tramite la sua applicazione ufficiale. Su iOS comparirà in basso l’esplicito messaggio “Apple takes 30% of this purchase“, mentre su Android non verrà menzionata l’azienda di Cupertino.

L’annuncio della società di Mark Zuckerberg arriva pochi giorni dopo lo storico “affondo” da parte di Epic Games, la software house dietro Fortnite. Insomma, la mossa di Facebook sembra quasi strizzare l’occhio a Tim Sweeney e soci. Non ci resta che attendere ancora qualche giorno per scoprire come si evolverà la situazione.