Il colosso americano Apple ha intenzione di chiudere, a partire dal prossimo 28 agosto 2020, gli account sviluppatore di Epic Games, creatore di Fortnite in seguito alla guerra iniziata qualche giorno fa.

Inoltre insieme al gioco sarà coinvolto anche il motore grafico di Epic, l’Unreal Engine, e con esso tanti altri giochi per iOS e Mac. Scopriamo insieme gli ultimi sviluppi della vicenda.

 

Apple vuole coinvolgere anche il motore grafico di Epic Games, l’Unreal Engine

Dopo Fortnite, Apple sta prendendo indirettamente di mira tutti i giochi sviluppati su iOS e Mac con gli strumenti di Epic Games. Dal 28 agosto, infatti, Epic Games non avrà più accesso ai suoi account sviluppatore e, di conseguenza, non potrà aggiornare l’Unreal Engine, il motore grafico usato per i giochi, ma anche per prodotti audiovisivi come la serie TV The Mandalorian pubblicata su Disney+.

Questa mossa avrebbe sicuramente un effetto a catena anche su altri sviluppatori, molti di dimensioni modeste, che stanno lavorando su trasposizioni dei giochi su iOS e Mac oppure hanno già pubblicato le loro produzioni sulle piattaforme Apple. Apple ha rimosso Fortnite dall’App Store dopo che Epic Games aveva cercato di eludere il 30% delle commissioni dovute alla casa di Cupertino per gli acquisti in-app introducendo nel gioco una forma di pagamento diretto. Altrettanto ha fatto Google, togliendo Fortnite dal Play Store.

In una nota di Cupertino si legge: “Epic può facilmente rimediare al problema che si è creata da sola introducendo un aggiornamento alla loro app che ripristina la situazione precedente per aderire alle linee guida che avevano accettato e che valgono per tutti gli sviluppatori. Non faremo un’eccezione per Epic perché non pensiamo che sia corretto porre i loro interessi sopra alle linee guida che proteggono i nostri clienti“.