cromosoma Y

Il cromosoma Y è uno dei due cromosomi umani determinanti il sesso. Esso è molto più piccolo rispetto al cromosoma X e contiene meno della metà delle sue basi. Per tale ragione, alcuni scienziati hanno ipotizzato che in futuro questo piccolo frammento di DNA potrebbe scomparire. Una nuova teoria, al contrario, sottolinea l’importanza del cromosoma Y per una corretta replicazione del genoma durante la riproduzione sessuale. Una caratteristica questa che fa supporre che questo cromosoma quasi sicuramente non si estinguerà.

A presentare questa nuova teoria è uno studio pubblicato sulla rivista Trends in Genetics. Lo studio in questione riporta la firma di ricercatori dell’Università del Nuovo Galles e dell’Università Autònoma de Barcelona. Questa nuova teoria, chiamata “dell’Y persistente” spiega in maniera dettagliata perché il cromosoma Y sia sopravvissuto in quasi tutte le specie di mammiferi. Per chiarire tutti i dubbi, gli scienziati hanno studiato rare specie di roditori che non hanno un cromosoma Y portando i ricercatori ad adottare una prospettiva diversa.

Cromosoma Y: un regolatore fondamentale della riproduzione sessuale

Generalmente si ritiene che il cromosoma Y sia protetto dall’estinzione perché ha importanti funzioni nella determinazione del sesso e nella produzione degli spermatozoi. Ma se queste funzioni si trasferissero in un altro punto qualunque del genoma, l’Y sarebbe destinato a scomparire. Gli scienziati, nel presente studio, propongono una teoria per la quale il futuro dell’Y non è a rischio perché porta con sé geni essenziali per il successo della meiosi maschile.

La meiosi è un processo fondamentale della riproduzione sessuata e particolarmente delicato. Durante questo processo, c’è un significativo rischio di produrre anomalie cromosomiche ed infertilità. Cruciale è la finestra temporale durante la quale avviene il silenziamento dei cromosomi X ed Y. In queste porzioni del genoma, infatti, si trovano i geni Zfy che autoregolano questo stesso processo. Questi geni, se si attivano nel momento o nel posto sbagliato possono indurre la morte dello spermatozoo in via di sviluppo. In virtù del ruolo importantissimo che il cromosoma Y svolge in questa fase, gli scienziati pensano che è proprio per tale ragione che esso non si è (ancora) estinto.