elio

L’elio è un gas nobile incolore, inodore, insapore, non tossico ed inerte. Dopo l’idrogeno, è il secondo elemento più leggero e più abbondante dell’universo osservabile. Oggi, un team di scienziati ha eseguito, per la prima volta, alcune misurazioni dell’elio presente nell’atmosfera solare globale.

A presentare questo incredibile lavoro è uno studio pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Nature Astronomy. Lo studio in questione, è il frutto del lavoro svolto da ricercatori dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Nello specifico, gli scienziati hanno utilizzato la sonda HERSCHEL la quale ha realizzato quelle che possono essere considerate le prime misurazioni dell’elio presente nell’atmosfera del Sole. Si tratta di dati mai ottenuti finora e che possono permettere di comprendere l’atmosfera solare stessa ed il suo complesso funzionamento. In particolare, tali misurazioni potrebbero far comprendere meglio fenomeni come il vento solare che si osserva nell’alta atmosfera del Sole.

Atmosfera solare globale: l’elio non è distribuito uniformemente

Finora, non abbiamo mai saputo davvero quanto elio c’è nell’atmosfera solare. Pertanto, le misurazione eseguite da HERSCHEL potrebbero aiutare a risolvere un “mistero” che coinvolge i rapporti tra elio ed idrogeno presenti nel vento solare quando questo raggiunge la Terra. Le immagini ad alta risoluzione, scattate dalla sona ESA tra il 2009 ed il 2013, hanno permesso di capire che il gas nobile non è distribuito in maniera uniforme nell’atmosfera del Sole. Proprio queste discrepanze, secondo gli esperti, potrebbero influenzare la velocità alla quale viaggia il vento solare. Per giungere a tali conclusioni, gli scienziati hanno confrontato le immagini di HERSCHEL con quelle realizzate dalla sonda SOHO della NASA.

Adesso i ricercatori hanno intenzione di andare a fondo alla questione e per farlo, intendono utilizzare due nuovi strumenti. Questi ultimi, sono il Metis e l’EUI che si trovano a bordo del Solar Orbiter, un satellite realizzato da NASA ed ESA. Ciò, allo scopo di raccogliere ancora più informazioni riguardo alle differenti quantità di elio nella corona solare.