Tra Apple ed Epic Games è arrivato il momento della resa dei conti. Le due aziende è da giorni che continuano a farsi la guerra, conclusasi lo scorso 28 agosto 2020 con una rottura totale.

Vi ricordo infatti che in quella data il colosso di Cupertino ha deciso di chiudere l’account sviluppatore di Epic Games sul proprio Store, rendendo così inaccessibili tutti i suoi giochi, Fortnite compreso. Scopriamo insieme gli ultimi comunicati delle aziende.

 

Epic Games ed Apple: scambio infuocato di comunicati

Apple ha infatti nuovamente accusato Epic di violazione delle regole dell’App Store, che tutti gli sviluppatori sono chiamati scrupolosamente a rispettare. Il rammarico di Cupertino è forte, visto che la collaborazione con la software house proseguiva proficuamente da molti anni, ma le ultime prese di posizione l’hanno costretta a prendere questa decisione. Anche se la porta rimane aperta, se Epic tornasse sui suoi passi.

Epic Games dal lato suo ha replicato con fermezza alle accuse di Apple, rispendendole al mittente. Secondo il CEO Tim Sweeney, non ci sarebbero state violazioni delle policy, dunque sembra improbabile una risoluzione della controversia in tempi rapidi.

Principalmente, Fortnite, la trilogia Infinity Blade e altri titoli firmati Epic Games non saranno più disponibili sull’App Store. Potrete continuare ad utilizzarsi sui vostri dispositivi qualora li aveste installati in locale – anche se non è più supportato il sistema di acquisti in-app di Apple – ma non potrete più reinstallarli se li rimuoverete dalla memoria interna o se acquisterete un nuovo dispositivo della Mela.