cervelletto

Il cervelletto è una parte del sistema nervoso centrale presente in tutti i vertebrati. Contiene l’80% dei neuroni cerebrali, ossia circa 70 miliardi di neuroni. Svolge un ruolo importante nel controllo dei movimenti ma ha un ruolo anche nelle funzioni cognitive, quali l’attenzione, la memorizzazione ed il linguaggio. Sembrerebbe però, che il cervelletto giochi un ruolo di fondamentale importanza quando dobbiamo prendere delle decisioni in maniera velocissima, in una frazione di secondo.

A dimostrarlo è uno studio apparso sulle pagine della autorevole rivista scientifica Nature Communications. Lo studio in questione riporta la firma di un team di ricercatori dell’Anschutz Medical Campus dell’Università del Colorado. Nello specifico, i ricercatori per il loro studio hanno preso in esame il cervelletto o meglio, una sua regione poco analizzata. Per farlo, essi hanno condotto esperimenti sui topi con un microscopio multifotone. Grazie a questo strumento gli scienziati hanno ispezionato il cervelletto dei topi quando questi dovevano decidere se leccare o meno una soluzione acquosa.

Gli studiosi hanno indagato l’attività degli interneuroni dello strato molecolare (MLI) presenti all’interno del cervelletto. I topi ricevevano una ricompensa costituita da acqua e zucchero se leccavano dell’acqua proveniente da un beccuccio in presenza di un odore gradevole. Se leccavano da un beccuccio dove c’era dell’olio minerale non ricevevano nessuna ricompensa. I ricercatori hanno notato che inizialmente le risposte che gli MLI nei topi non differivano. Però, successivamente alla fase di apprendimento iniziale, l’odore della ricompensa innescava una forte risposta da parte degli MLI. Dopo aver inibito gli MLI con agenti chemogenetici, i ricercatori notavano che i topi erano molto meno efficaci nel prendere decisioni veloci.

Questo studio dimostra dunque che il cervelletto, sa sempre associato perlopiù al controllo dei movimenti, svolge un ruolo importante anche nella cognizione e nelle emozioni.