Il colosso americano Apple, come ben saprete, lo scorso 15 settembre 2020 ha tenuto il proprio evento, attesissimo nel corso degli ultimi mesi. Nonostante l’evento sia stato in diretta streaming e non dal vivo, le novità presentate non sono passate inosservate.

Come anticipato anche durante le scorse settimane, il nuovo orologio della Mela permette anche di misurare la saturazione dell’ossigenazione del sangue. Scopriamo insieme tutti i dettagli dell’evento.

 

Apple: presentata la serie 6 di iWatch e molto altro

La nuovissima funzione inserita nel nuovo dispositivo si chiama in gergo “Blood Oxygen” e permette di misurare la saturazione di ossigeno nel sangue (o SpO2) senza bisogno di pungersi il dito, come avviene con i tradizionali saturimetri. Sull’Apple Watch Series 6 è presente un sensore di Livelli di O2 che, grazie a quattro gruppi di Led rossi, verdi e a infrarossi e grazie a quattro fotodiodi posizionati sul cristallo superiore dell’orologio, è in grado di misurare la luce riflessa del sangue.

Nella serie 6 sono migliorate notevolmente le prestazioni grazie al nuovo processore dual-core che si basa sul chip A13 Bionic. Lo stesso montato su iPhone 11. L’orologio risponde meglio e più velocemente agli input dell’utente. Fondamentale è anche la riprogettazione della batteria: le ore di autonomia rimangono 18, nonostante le nuove funzioni. Ma viene introdotta la ricarica rapida: basta un’ora e mezza per arrivare al 100 per cento di batteria.

Apple Watch Series 6 somiglia molto al predecessore, Apple Watch Series 5. Ma non del tutto. L’orologio della Mela si arricchisce di nuovi colori. Apple Watch Series 6 può già essere ordinato, ma arriverà ufficialmente nei negozi (fisici e online) a partire dal 18 settembre. I costi: si parte da 439 euro e per la versione Gps + Cellular da 539 euro. Come anticipato qualche giorno fa è stato lanciato anche Apple Watch SE, che ha ha l’aria di essere un dispositivo che avrà molto successo.

Apple Watch SE parte da 309 euro (la versione con connettività Cellular da 359 euro) e, come il Watch 6, arriva nei negozi dal 18 settembre. Il design, con uno schermo più grande del 30 per cento rispetto al Series 3 (modello che andrà a sostituire) e in Retina. Poi gli stessi accelerometri, giroscopio e altimetro always-on dell’ultimo uscito. Gli svantaggi invece sono la perdita di alcune funzionalità dedicate alla Salute.