Nelle ultime ore il social network Instagram, di Mark Zuckerberg, è stato chiamato davanti al Tribunale per rispondere ad alcune accuse verso di lui.

Per la precisione, il Tribunale ha accusato la piattaforma di spiare gli utenti iOS attraverso la fotocamera anteriore del dispositivo. Scopriamo insieme i dettagli di questa vicenda.

 

Instagram accusato da un Tribunale di spiare gli utenti iOS

Ebbene secondo il Tribunale di Giustizia di San Francisco questi utenti sarebbero spiati, proprio come tutti gli altri, costantemente. E infatti il tribunale ha dichiarato guerra a Instagram e ovviamente al suo proprietario, Mark Zuckerberg, che lo ha acquistato diversi anni fa. Lo scorso luglio, in piena pandemia, vari giornali e testate avevano parlato di come gli utenti che avessero Instagram su un dispositivo Apple registrassero delle anomalie. In particolare un surriscaldamento della camera interna e drenaggio di batteria, tra le altre cose.

Ai tempi venne scoperto che sui dispositivi Apple, Instagram spesso continuava a filmare e registrare gli utenti tramite la telecamera frontale del proprio dispositivo. Zuckerberg e la dirigenza avevano sostenuto che si trattasse soltanto di un bug, ma ora il Tribunale di San Francisco è tornato alla carica. L’accusa è che Instagram utilizzi la propria diffusione per scopi commerciali. “Raccogliendo dati personali estremamente privati e intimi sui propri utenti”.

Per il momento, né Zuckerberg né un portavoce della piattaforma hanno rilasciato dichiarazioni e, anche se dovessero farlo tra qualche giorno sicuramente negheranno tutte le accuse mosse dal Tribunale. Per scoprirlo non ci resta che attendere ancora un po’ di tempo. Vi terremo sicuramente aggiornati su qualsiasi novità.