Encelado

Encelado è un satellite naturale di Saturno, scoperto il 28 Agosto 1789 da William Herschel. È il sesto satellite naturale di Saturno in ordine di grandezza. Da 13 anni la sonda della NASA Cassini esplora il sistema di Saturno per realizzare nuove immagini ed una nuova mappa di Encelado. Proprio durante una delle sue escursioni, la sonda ha permesso di rilevare la presenza di ghiaccio fresco nell’emisfero settentrionale di questo satellite.

Si tratta di immagini ad infrarossi ad altissima risoluzione mai prodotte finora per quanto riguarda Encelado. Nello specifico, i ricercatori hanno raccolto i dati grazie allo spettrofotometro VIMS (Visible and Infrared Mapping Spectrometer) della sonda Cassini della NASA. I dati inoltre non hanno indagato solo Encelado ma hanno fornito ulteriori informazioni anche su Saturno stesso, sui suoi anelli e sulle 10 lune ghiacciate principali.

Già nel 2005 i ricercatori avevano evidenziato la presenza di enormi pennacchi costituiti principalmente da ghiaccio e vapore acqueo sotto la crosta ghiacciata di Encelado. Ma con questi nuovi dati a loro disposizione, gli studiosi possono oggi confermare la presenza di questa attività geologica soprattutto al polo sud. È come se in questa zona ci fosse una sorta di “striscia di tigre”, uno squarcio di ghiaccio dal quale fuoriesce vapore. In ogni caso, questi nuovi dati hanno condotto gli scienziati a scoprire lo stesso tipo di attività geologica anche al polo nord di Encelado. Nello specifico, quello individuato qui è ghiaccio fresco.

Nonostante i molti anni di esplorazione, questo satellite di Saturno continua ancora ad incuriosire gli scienziati. Ciò soprattutto dopo che nel 2019 un gruppo di ricercatori aveva trovato tracce di composti organici proprio nei pennacchi che fuoriescono dalla sua superficie.