Del 5G si parla ormai da molti anni, si tratta della tecnologia che promette di migliorare la capacità delle reti nella gestione di numerosi dispositivi Smart. Il 5G sarà in grado di modificare il funzionamento delle città, offrendo non solo prestazioni e latenze migliorate rispetto al 4G, ma anche opportunità oggi impossibili.

L’operatore WindTre ha recentemente dichiarato che, entro il 2021, la sua rete 5G raggiungerà ben 70 nuovi capoluoghi italiani. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

WindTre: il 5G raggiungerà 70 nuovi capoluoghi entro il 2021

Roberto Basso di WindTre in occasione del Web Summit Italia-Svezia. Il manager dell’operatore arancione ha dichiarato che “il 5G oggi è una tecnologia indispensabile”, e che è necessario “accelerare in questa direzione e semplificare le regole per spingere gli investimenti e attrarre capitali nel Paese”.

Ecco le sue parole: “Continuare ad investire sulle reti 5G è fondamentale non solo perché renderà possibili nuove applicazioni, ma consentirà anche di far fronte alla sempre maggiore richiesta di traffico, cresciuto in modo esponenziale durante l’emergenza coronavirus. Il network di WindTre è già 5G-ready ed entro la fine del 2021 il servizio di quinta generazione sarà attivo in 70 capoluoghi. Occorre puntare anche sull’educazione e sulla formazione del capitale umano. Per colmare il divario digitale con gli altri Paesi, tra cui proprio la Svezia, è prioritario che il nostro Paese avvii una serie di collaborazioni tra pubblico e privato per lo sviluppo delle digital skills“.

Il 5G è visto quindi non solo come motore per accelerare l’evoluzione digitale, ma anche opportunità per le aziende che in prima linea forniranno la connettività e per tutti i cittadini che vorranno approfondire le proprie abilità lavorative sulle nuove tecnologie. La notizia più importante è che, ufficialmente, WindTre ha dichiarato di voler portare la rete di nuova generazione su 70 capoluoghi italiani entro la fine del 2021.