acido folico

Per acido folico si intende un elemento di sintesi utilizzato come integratore nutrizionale, supplemento farmacologico o ingrediente di fortificazione alimentare. Appartiene al gruppo chimico dei folati i quali sono necessari per la vita e la sopravvivenza dell’organismo umano. Sono importanti per la produzione degli acidi nucleici e per la biosintesi di alcuni amminoacidi. Per tale ragione è necessario assumerne idonee quantità attraverso gli alimenti alle quali, si aggiunge un surplus in caso di gravidanza. Infatti si ritiene che bassi livelli di acido folico all’inizio della gravidanza siano la causa di oltre il 50% dei casi di spina bifida. Ma bisogna fare attenzione. Infatti, sembrerebbe che anche un eccesso di acido folico durante la gravidanza possa danneggiare lo sviluppo del cervello dei feti.

A dimostrarlo è uno studio pubblicato sulle pagine della autorevole rivista scientifica Cerebral Cortex. Lo studio in questione riporta la firma di un team di ricercatori dell’UC Davis MIND Institute. I ricercatori hanno eseguito la loro scoperta durante esperimenti condotti su femmine di topo gravide. Nello specifico, essi hanno suddiviso i topi in tre gruppi. A quelli del primo gruppo i ricercatori somministravano una quantità normale di acido folico. I topi del secondo gruppo ricevevano una quantità di acido folico 10 volte quella raccomandata mentre, i topi del terzo gruppo non ricevevano nessuna dose.

Gli studiosi hanno osservato che i figli dei topi del secondo gruppo mostravano delle modifiche al cervello molto significative. Tali modifiche somigliavano, paradossalmente, a quelle causate da quantità troppo basse dello stesso composto.

Secondo i ricercatori tale scoperta eseguita sui topi, dovrebbe spingere la comunità clinica a prendere seriamente questa indicazione. Ciò allo scopo di sostenere la ricerca in quest’area per rivalutare la quantità di acido folico ottimale per le donne incinte.