goccioline

Avete mai fatto caso a quelle piccole goccioline che si formano sui bordi delle foglie di diverse specie di piante? All’apparenza potrebbero sembrare delle semplici goccioline di liquido senza alcuna importanza. In realtà non è così. Infatti, sembrerebbe che queste gocce di liquido che si formano sulle foglie contengano importanti nutrienti per molti insetti.

A dimostrarlo è uno studio pubblicato sulle pagine della rivista Proceedings of the Royal Society B: Biological Sciences. Lo studio in questione riporta la firma di un team di ricercatori della Rutgers University-New Brunswick. Per giungere a questa conclusione, gli scienziati hanno condotto un esperimento in un campo di piante di mirtilli. I ricercatori hanno in seguito analizzato almeno tre tipi di insetti che differivano tra di loro per lo stile di alimentazione e, in generale, per lo stile di vita completamente diverso. Essi hanno osservato che questi insetti mostravano un aumento della sopravvivenza e del livello di produzione quando potevano alimentarsi tramite queste goccioline.

Si tratta di goccioline che si formano durante tutte le stagioni. La loro presenza, secondo le stime fatte dagli scienziati, avrebbe raddoppiato la quantità di insetti che proteggono le stesse piante dai parassiti. Queste gocce si formano grazie ad un processo noto con il nome di guttazione. Nello specifico, le piante sono in grado di produrre un fluido a partire dalla linfa che viene poi secreto ai bordi e sulla punta delle foglie. Questo fluido rappresenta una fonte di cibo per insetti ricca di nutrienti.

Tale caratteristica delle piante probabilmente ha delle implicazioni profonde per interi ecosistemi, anche per quelli agricoli, intrinsecamente connessi con quelli degli insetti.