Finalmente WhatsApp si arricchisce di un utile strumento, la ricerca avanzata. Ecco qualche consiglio su come usarla anche se risulta semplicissimo dopo pochissima pratica.

WhatsApp si arricchisce della ricerca avanzata, veramente utile per ritrovare molti contenuti delle chat che altrimenti richiederebbero tempo e una buona memoria (dell’utilizzatore) per ricordarsi dove era la determinata GIF, immagine, video, link, documento o messaggio vocale/audio. Scopriamo i dettagli.

 

WhatsApp introduce su Android la ricerca avanzata

La prima cosa da sapere è che si attiva SOLO nella schermata principale, quella con l’elenco dei contatti. NON funziona nelle chat delle singole persone o gruppi. Basta un click sulla lente di ingrandimento tipica delle funzioni “cerca“. Appariranno a questo punto alcuni pulsanti che fungono da filtro: foto, video, link, GIF, audio (quindi musica o messaggi vocali) e documenti.

Un semplice click su uno di questi pulsanti farà apparire i contenuti relativi, senza però essere filtrati per mittente, parola chiave o altro. Per quello si procede in un altro modo, che vediamo ora. In questo caso vedremo tutte le foto inviate o ricevute. Dopo aver fatto click su una delle tipologie di contenuto, si potrà raffinare la ricerca scrivendo ad esempio il nome o semplicemente le iniziali di seguito al tag stesso, oppure una parola chiave che ci ricordiamo essere presente nella discussione, e via dicendo. Semplicissimo, quindi. Per ora è disponibile solo per Android.

Ovviamente non possiamo escludere, anzi, siamo quasi certi, che questa novità sbarcherà prima o poi anche sul sistema operativo iOS. Non ci resta che attendere per scoprire nel dettaglio quando.