gabbia toracica

La gabbia toracica è la considerevole struttura ossea situata tra il collo e il muscolo diaframmatico. Questa impalcatura ossea comprende 12 paia di costole, lo sterno e le 12 vertebre toraciche della colonna vertebrale. Ma la struttura della gabbia toracica è sempre stata questa? Sembrerebbe di no. Infatti, sembra che nei bambini e neonati dei Neanderthal la gabbia toracica fosse diversa da quella attuale già dalla nascita.

A dimostrarlo è uno studio pubblicato sulle pagine della autorevole rivista Science Advances. Lo studio in questione riporta la firma di un team di ricercatori del Centro nazionale per la ricerca sull’evoluzione umana (CENIEH). Per giungere a tale conclusione, gli scienziati hanno fatto ricorso a strumenti di ricostruzione virtuale e di morfometria tradizionale e geometrica. Grazie a tali metodiche, essi hanno potuto ricostruire, con estrema precisione, la forma del torace di vari individui Neanderthal provenienti da tre diverse aree: Russia, Kurdistan siriano e Francia. I risultati ottenuti hanno dimostrato che la gabbia toracica dei neonati e bambini dei Neanderthal presentava già differenze con la nostra specie.

Nello specifico, la forma del torace dei Neanderthal era più compatta, più profonda e più larga. Tali caratteristiche, si affiancano ad altri aspetti tipici di questi individui come, ad esempio, la grande apertura nasale, il bacino più ampio e le ossa più robuste. Tutte caratteristiche adatte per sopportare il diverso metabolismo dei Neanderthal che conducevano per lo più una vita da cacciatori.  Attività questa che richiede molta energia e un quantitativo maggiore di ossigeno che potevano benissimo soddisfare grazie all’ampia apertura nasale.

Si tratta di una scoperta davvero interessante. Infatti, essa può suggerire che le differenze tra le varie specie di gruppi umani erano già presenti alla nascita e si accentuavano leggermente poi con la crescita.