treno

Il sistema ferroviario include tutte le infrastrutture, la tecnologia ed il personale necessari a garantire la circolazione dei treni sulle numerosissime linee ferroviarie. Ognuno di noi avrà sicuramente notato la complessità che sta dietro il funzionamento di un treno e dell’intera rete ferroviaria italiana ed europea. Ma oggi, sembra sia in arrivo un’ulteriore novità: Icutrain. Si tratta di un innovativo treno ospedale equipaggiato con ambulatori e unità di terapia intensiva.

A sviluppare questo treno ospedale sarà la Sitael, che appartiene al gruppo Angel, e il partner Skycomm che si sono aggiudicati il bando per la realizzazione di Icutrain. Quest’ultimo è l’acronimo di Intensive care unite train. Già il nome fa riferimento ad un treno che a bordo ospiterà ambulatori, funzioni avanzate di telemedicina e telediagnostica in movimento e persino un’unità di terapia intensiva. Il progetto prevede anche la collaborazione di Trenitalia che fornirà la carrozza da allestire, della Protezione Civile per il supporto operativo e scientifico e del dipartimento Salute della Regione Puglia.

Icutrain sarà l’innovativo treno ospedale che consentirà lo sviluppo di una capacità nazionale di pronto intervento ospedaliero velocemente riposizionabile sul territorio dell’Unione Europea. Ciò, proprio grazie alla notevole complessità e capillarità dell’infrastruttura ferroviaria. Dunque sarà possibile riutilizzarla anche per terremoti, alluvioni e qualunque altra emergenza sanitaria. Inoltre, questo treno sarà costantemente assistito da tecnologia spaziale come satelliti per le comunicazioni ad alta capacità e per il posizionamento geografico. Inoltre la disponibilità delle funzioni di telemedicina in movimento, permetterà agli operatori sanitari di consultare rapidamente specialisti di discipline scientifiche in remoto.

Si tratta di un progetto davvero incredibile che potrà consentire un supporto ospedaliero anche per chi si trova in movimento su un treno che viaggia da un capo all’altro dei paesi dell’Unione Europea.